UTILI SUGGERIMENTI PER L’ALIMENTAZIONE ESTIVA DEI BAMBINI

UTILI SUGGERIMENTI PER L’ALIMENTAZIONE ESTIVA DEI BAMBINI

UTILI SUGGERIMENTI PER L’ALIMENTAZIONE ESTIVA DEI BAMBINI

Cari genitori oggi abbiamo intervistato per voi la Dott.ssa Padovani Michela,  Biologa Nutrizionista che opera presso Meridiana Medical Center a Casalecchio di Reno, Bologna.

Si parla di caldo e alimentazione dei bambini! 

Ricordatevi che Meridiana Medical Center riserva a tutte le persone che ci seguono e che vorrebbero richiedere una prestazione specialistica per la famiglia uno sconto del 10% , parola magica DireFareAggregare!

 

Quando arriva il caldo, sovente i bambini tendono a diventare inappetenti, soprattutto per 3 motivi:

  1. Il caldo deprime l’appetito (così come, al contrario, il freddo lo fa aumentare).
  2. Il cambiamento di ambiente e di abitudini, il maggiore movimento all’aria aperta, la scuola chiusa, i genitori in ferie, i diversi compagni dei campi estivi (senza pensare al nuovo ambiente per chi è in vacanza), sono tutti elementi di novità, che tendenzialmente fanno “mangiare meno” il bambino.
  3. Per quanto riguarda le ragazze in pre-adolescenza, 11-12 anni in poi, può aumentare la voglia di “fare la dieta”, perché, come è ovvio, si confrontano con le coetanee e i personaggi dello spettacolo presentati dai media.

Ed ecco che scatta il rifiuto del cibo, l’agitazione da parte dei genitori e la loro insistenza che a tavola innesca un meccanismo di ribellione dei piccoli, portandoli a  diventare maggiormente nervosi e resistenti. Inutile, quindi, forzarli a consumare pasti troppo abbondanti, ma piuttosto puntiamo su pasti leggeri e, soprattutto, sani e colorati.

 Ecco alcuni utili suggerimenti:

  • Tanta acqua o cibi che la contengano. Quando fa caldo e si suda, è necessario reintegrare i liquidi persi. Un’alternativa all’acqua possono essere i succhi di frutta (possibilmente senza zuccheri aggiunti) o spremute fresche. Evitiamo bibite gasate e ghiacciate, ed in particolare evitiamo quelle cosiddette “light” contenenti Aspartame come edulcorante sia per noi che, tanto più, per i nostri bambini. Seppur ci sia ancora molta resistenza e difficoltà nell’accettarlo (soprattutto a causa dei grandi interessi in ballo) diversi studi scientifici prodotti dall’Istituto Ramazzini di Bologna ne dimostrano la possibile cancerogenicità.
  • A colazione latte freddo con cereali (con frutta, cioccolato, miele e mandorle, in commercio c’è l’imbarazzo della scelta) o uno yogurt, oppure un frullato di frutta, o una fetta di torta di mele fatta dalla mamma o dalla nonna. È sbagliato saltare questo importantissimo primo appuntamento con il cibo nella giornata. La colazione infatti deve apportare un quinto di tutte le calorie della giornata e fornire l’energia indispensabile ad affrontare la mattinata.
  • A merenda ancora frutta o succhi non zuccherati, frappé o yogurt oppure un gelato che fornisce il giusto apporto calorico, oltre a elementi importanti per la crescita come proteine, calcio, fosforo, ferro e vitamine A, B1 e B12. Va bene sia quello artigianale che quello confezionato, tenendo presente ovviamente che i gelati alla frutta contengono meno calorie rispetto alle creme.
  • A pranzo e cena, per un pasto ricco di salute, frutta e verdura sono un classico: vanno consumate in grande quantità (almeno 5 porzioni al giorno) durante tutto l’anno, ma soprattutto in estate, poiché sono ricche di vitamine e di sali minerali, utili nel re-integrare quelli dispersi con il sudore. Le verdure e la frutta gialla, arancione e rossa sono particolarmente indicate per chi va al mare perché stimolano la produzione di melanina, pigmento indispensabile per proteggere la pelle dalle radiazioni del sole. Preziosi alleati nell’impresa di rendere la dieta dei nostri figli più sana e genuina sono la carota, il melone ed il cocomero, che contengono grandi quantità di antiossidanti. Il melone ed il cocomero, in particolare, contengono molta acqua e poche calorie e piacciono molto ai bambini.
  • Anche pasta e riso sono alimenti completi e salutari che possono essere proposti ai bambini sotto forma di colorate e divertenti insalate fredde con verdure crude o formaggi (pomodoro, cubetti di mozzarella e/o prosciutto cotto, olive, ecc… conditi con un po’ di olio extravergine di oliva a crudo). Esistono in commercio diverse tipologie di paste con forme simpatiche, divertenti ed accattivanti anche per i più piccoli (le ruote, le farfalle, i cavatappi, a forma di lettere, ecc…). La pasta ed il riso inoltre sono di veloce e facile digestione.
  • Altre alternative di piatti unici da proporre ai bambini possono essere le torte salate, per esempio a base di zucchine e pomodori: si preparano velocemente e possono essere consumate anche fredde.
  • Se siamo al mare proponiamo piatti a base di pesce (alla griglia, al cartoccio, al forno, a vapore) che, oltre ad essere un’ottima fonte di Omega-3, aiuta lo sviluppo delle funzioni intellettive e del sistema immunitario.
  • È opportuno limitare l’alimentazione a base di grassi e cibi elaborati, difficilmente digeribili (alimenti speziati, fritti). I fritti in particolare in estate andrebbero evitati perché ci vuole molto tempo per digerirli e sono ricchi di grassi.
  • Con l’arrivo delle temperature più alte, inoltre, è bene prestare attenzione particolare alla modalità di conservazione dei nostri cibi, ma anche ai modi in cui essi vengono trasportati dal punto vendita fino al nostro frigo ed ai processi con cui vengono consumati e serviti in tavola: le alte temperature possono promuovere la crescita di virus e batteri responsabili di importanti patologie gastroenteriche.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *