Troppa pubblicità all’allattamento artificiale. Le ostetriche contro programma TV Real Time

Troppa pubblicità all’allattamento artificiale. Le ostetriche contro programma TV Real Time

Troppa pubblicità all’allattamento artificiale. Le ostetriche contro programma TV Real Time

Lede l’immagine della professione veicolando un messaggio sbagliato.

Questo il messaggio che vi riportiamo espresso dalla Federazione nazionale delle ostetriche (FNCO): tutto questo “viola il Codice Internazionale per la Commercializzazione dei Sostituti del Latte materno”.

Sotto accusa un programma che andrà in onda prossimamente, sponsorizzato da un noto marchio che vende prodotti per bambini e che ha come protagoniste 3 ostetriche che utilizzano i prodotti della casa sponsor come tettarelle, paracapezzoli e biberon.

La Federazione sostiene il Codice internazionale per l’allattamento al seno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità – Unicef .

Il mancato rispetto del Codice per la Commercializzazione dei Sostituti del Latte materno è motivo anche di violazione del Codice deontologico dell’ostetrica nel quale, ricorda la presidente Fnco, Maria Vicario, è sancito: “L’ostetrica/o promuove l’allattamento al seno e supporta il ruolo genitoriale, sostiene e diffonde la donazione volontaria del latte materno. L’ostetrica/o altresì aderisce al Codice Internazionale per la Commercializzazione dei Sostituti del Latte Materno, ne promuove il rispetto delle norme e s’impegna a denunciarne eventuali violazioni”.

La Fnco ha inoltre ricordato che gli operatori sanitari non devono accettare compensi o farsi promotori di alimenti per lattanti o di altri prodotti, come presìdi e attrezzature per la loro preparazione e consumo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *