Tracce d’Arte sulla Via degli Dei

Tracce d’Arte sulla Via degli Dei

Tracce d’Arte sulla Via degli Dei

L’estate ci ha appena salutati, portando via con sé vacanze e tempo libero soprattutto per i nostri piccoli. Sicuramente però quello che fatica ad abbandonarci è la voglia di continuare a scoprire luoghi e attività che ci distolgano dalla routine e animino il tempo che non dedichiamo alla scuola e al lavoro, qualcosa di divertente e stimolante per tutta la famiglia.

 Noi di DireFareAggregare siamo alla continua ricerca di mondi family-friendly che strizzino l’occhio alla cultura, al divertimento e allo svago creativo e, in quest’ultima settimana di settembre, abbiamo scovato un posticino davvero molto interessante.

 Un luogo dove ogni anno nasce qualcosa di fantastico e unico, dove fantasia e magia si mescolano, un mondo dove l’uomo ha trovato un modo per fare dei doni alla natura senza turbarne il delicato sistema che la sostiene e la sviluppa. Un luogo dove i genitori potranno apprezzare una visione dell’arte molto originale e avvicinare i propri figli ad essa con naturalezza, e i bimbi potranno correre e svagarsi tra i boschi dove questa arte ha scelto di svilupparsi, e trovarsi a scoprire angoli ed anfratti che solo la fantasia e la magia hanno potuto creare. . .

 Una gita fuori porta davvero particolare che vi lasceremo scoprire leggendo l’articolo che segue.

 

Buona lettura!

Lungo la Via degli Dei, famoso percorso escursionistico che ricalca un antico sentiero etrusco e che collega Bologna a Firenze, nel comune di Monzuno, c’è un casolare in pietra dal sapore antico. Abbracciato dai boschi di Montevenere, il casolare è il centro del podere Le Campagne, multiforme luogo in cui natura, arte e cultura convivono in armonia. Il motore e il fulcro di questa magica combinazione è l’Associazione di Promozione Sociale Artemisia, che qui ha la sua sede.

Costituita dieci anni fa dai proprietari del luogo, nonché instancabili ospiti del B&B “Il rifugio del viandante”, l’associazione è formata da quattro giovani famiglie animate dalla voglia di creare e far circolare idee, attività e creatività tra aggregazione, condivisione e socializzazione. Nel piccolo comune appenninico Artemisia è una valida e consolidata realtà ricca di corsi ed eventi lungo tutto l’arco dell’anno. Tra musica, arte e alcune discipline sportive, l’associazione offre una fortunata alternativa allo spostamento verso centri più attrezzati o la città.

Tracce AnnaIn settembre Artemisia riapre la stagione con un evento giunto alla seconda edizione: Tracce d’Arte.

Si tratta di una settimana in cui, nel podere, nel B&B “Il rifugio del viandante”viene ospitato un gruppo di artisti che, giorno dopo giorno, fino all’inaugurazione dell’esposizione, darà vita a delle opere all’aperto. Ognuno sceglierà un luogo “speciale” del podere per collocarvi la sua opera.

Per darle magicamente vita. Il progetto intende creare un vero e proprio Museo d’Arte nella Natura, di cui tutte le opere di anno in anno costituiranno il patrimonio artistico, fruibile da chiunque, in maniera libera e personale. Giunti lì per caso o come tappa obbligata, ci si ritroverà catapultati in un passato lontano, millenni or sono, quando “l’Uomo non ancora albergava in questo Mondo” (Nino Beghelli, autore dell’opera Una volta c’era il mare), quando i nostri monti erano coperti dalle immense masse oceaniche. Ci si potrà sorprendere leggendo una lunga parete dipinta ricca di riferimenti alla geometria sacra, alla sacralità dell’universo e della vita, o ritrovarsi ad ammirare un magico e variopinto mosaico in cui ci si scoprirà essere eleMenti particolari di un unico progetto o restare a leggere e interpretare una coloratissima roulotte i cui disegni rivelano e denunciano.

Tracce anna 2Sarà possibile ritrovarsi, quasi senza accorgersene, nel mondo del Piccolo Popolo, delle fate, dei folletti o degli gnomi che ogni anno, in quel bosco, costruiscono un rifugio o una casetta, e ancora fermarsi a riflettere e a viaggiare dentro se stessi in comunione con l’universo e gli elementi attraverso un magico portale, o contemplare un omaggio a Morandi con un’opera rievocatrice e delicata, magistralmente nascosta tra i tronchi e le chiome di un folto gruppo di querce.

Un viaggio unico tra boschi e ingegno, menti ed elementi, dove l’uomo interagisce con la natura e la interpreta rispettandone spazio e sviluppo. Come ogni essere appartenente al mondo naturale e all’energia che ad esso ha dato origine, “ognuno, in fondo, e a modo suo, può lasciare una traccia, un messaggio per l’Universo, e questo è il nostro modo. Perché ognuno di noi ha una propria Arte dentro sé”, dice Barbara Venturi, ideatrice, promotrice e artista del e nel progetto. Concepito quindi come patrimonio di tutti, in questo magico luogo forte si avverte la carica creativa di chi vi ha collaborato, la carica di energia nata dalla condivisione e dalla solidarietà attraverso un nuovo modo di comunicare.

Perché questo è Tracce d’Arte, Arte per l’Universo, Arte per tutti.

L’inaugurazione dell’esposizione delle opere di quest’anno avverrà il 26 settembre, quando, dopo una settimana di lavoro e creazione iniziata il 19, si potrà godere delle opere in compagnia degli artisti che le presenteranno e ne parleranno personalmente.

Chi vorrà partecipare a questa giornata potrà pranzare con gli artisti e gli organizzatori, mangiando un’ottima pizza cotta nel forno a legna e godendo del fascino e della bellezza dei boschi appenninici.

 

t3   Per info e prenotazioni:

Barbara 3336497332  Anna 3405970296

Anna Minutillo

Anna Minutillo, scappata dalla città nel 2003, vive in collina con il suo compagno e i suoi 2 bimbi. Amante della lettura e della scrittura ha pensato che potessero essere validi strumenti di partecipazione e di aggregazione, urgenti necessità da soddisfare nella sua vita. Attraverso la crescita ed il percorso dei suoi figli in una piccola comunità, a contatto con famiglie e persone con le quali condivide valori ed esigenze, ha riscoperto l'importanza della convivenza e della spontaneità, dell'aiuto reciproco e della comunicazione. Sognatrice e ancora un po' bambina nell'intimo, si rifugia spesso in un mondo pieno di fantasia, meraviglia, bellezza e tanta tanta immaginazione.

View my other posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *