“Piccole donne, Grandi sogni”

“Piccole donne, Grandi sogni”

“Piccole donne, Grandi sogni”

Anne era una bambina ebrea nata in una città tedesca. E come ogni bambina viveva felice con mamma e papà. Aveva solo quattro anni quando un uomo dai brutti baffetti salì al potere. Si chiamava Hitler, odiava gli ebrei e voleva farli scomparire. Per fortuna l’Olanda era un Paese libero in cui le cose andavano diversamente. Così la famiglia di Anne, come altre, si trasferì lì per vivere in pace. Un giorno però i Tedeschi invasero l’Olanda e mezza Europa e obbligarono tutti gli ebrei a cucire una stella sui loro vestiti”.

La casa editrice Fabbri Editori, in occasione della Giornata della Memoria ha deciso di pubblicare uno in ricordo di quella bambina e del suo diario. Si intitola “Anne Frank”, lo ha scritto Maria Isabel Sánchez Vegara ed è uscito nella collana “Piccole donne, Grandi sogni”, dedicata proprio ad artiste, scienziate e avventuriere che da bambine avevano un sogno inseguendolo ad ogni costo. Quello di Anne era di diventare una scrittrice.

fonte 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *