Piatti biodegradabili e compostabili a scuola. Una prova verso l’ecosostenibile

Piatti biodegradabili e compostabili a scuola. Una prova verso l’ecosostenibile

Piatti biodegradabili e compostabili a scuola. Una prova verso l’ecosostenibile

Le scuole cittadine milanesi utilizzeranno piatti biodegradabili e compostabili per la somministrazione dei pasti.
Non basta, Milano Ristorazione l’azienda che fornisce i pasti ha accolto la proposta di un’associazione di genitori della scuola di via Casati, per una sperimentazione, su tre classi, due della primaria, una della secondaria inferiore, che possiamo definire “operazione Gamella” per evitare di dover ricorrere a stoviglie usa e getta. La gamella ovvero il contenitore per alimenti riutilizzabile, dato in dotazione ai bambini di tre classi insieme alla richiesta di riportarlo a casa e farlo lavare accuratamente. «L’esperimento – precisa Gabriella Iacono amministratore unico di Milano Ristorazione – è ancora in corso e si dovranno valutare i risultati. Vanno considerate le criticità come il rispetto delle norme minime di igiene, cosa per la quale saranno eseguiti controlli sullo stato di pulizia dei lunch box. Saranno valutati anche i tempi di somministrazione del pranzo, che potrebbero aumentare, interferendo così con la programmazione didattica delle scuole oltre a inconvenienti prevedibili come l’aver dimenticato il contenitore a casa».

La scelta operata da Milano Ristorazione: «Questi piatti e stoviglie sono più costosi rispetto a quelli standard, sebbene abbiano un aspetto simile, tuttavia di fronte ad una fornitura considerevole come questa, le aziende dovrebbero abbassare i costi, generando così un beneficio anche ai comuni più piccoli che stanno seguendo la stessa strada nell’ambito della sostenibilità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *