PAPPA FISH E L’EDUCAZIONE ALIMENTARE DEI BAMBINI: UN BEL PROGETTO!

PAPPA FISH E L’EDUCAZIONE ALIMENTARE DEI BAMBINI: UN BEL PROGETTO!

PAPPA FISH E L’EDUCAZIONE ALIMENTARE DEI BAMBINI: UN BEL PROGETTO!

Un progetto nato da un bando realizzato dall’Assessorato alla Pesca della Regione Marche, con il contributo della Comunità Europea, che è riuscito ad avvicinare al pesce dell’Adriatico i bambini delle scuole marchigiane.

Gestire una mensa scolastica efficiente e apprezzata da genitori e bambini non è facile. Specialmente in una grande città. Per questo colpiscono i successi ottenuti dalla Albert, una società di consulenza e controllo qualità che si occupa, tra l’altro, del servizio mense scolastiche del Comune di Roma, che serve circa 150mila bambini.
E che ha contribuito al successo di progetti importanti come Pappafish, presentato il 30 maggio a Milano presso Expo.

È stato organizzato un vero e proprio percorso di avvicinamento al mare, con giochi e laboratori e l’assistenza di una psicoterapeuta, per far conoscere ai bambini la vita del mare, i pescatori, fargli toccare il pesce, cucinarlo insieme a loro.

 

Spiega l’ideatore, Agostini: «Oggi si ha paura di quello che è naturale, i bambini preferiscono la frutta nel sacchettino di plastica a una mela da mordere, la verdura di quarta gamma. Ovviamente non è stato possibile organizzare laboratori in tutte le classi, ma abbiamo visto che si crea un “contagio” positivo, i bambini si influenzano a vicenda. E oggi mangiano molto volentieri il pesce azzurro e altri prodotti dell’Adriatico, come le triglie o le vongole. Apprezzandoli più del merluzzo, o del pesce surgelato che spesso ha un gusto troppo forte». E ancora: «prima della sperimentazione circa mezza porzione di pesce – congelato – veniva buttata, con il prodotto fresco locale non ne restano che briciole».

Dal sito del progetto si possono scaricare molti materiali didattici e divertenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *