Marco e Gloria vittime dell’incendio alla Grenfell Tower di Londra: una favola in loro ricordo

Marco e Gloria vittime dell’incendio alla Grenfell Tower di Londra: una favola in loro ricordo

Marco e Gloria vittime dell’incendio alla Grenfell Tower di Londra: una favola in loro ricordo

Esattamente un anno fa, nella zona Nothing Hill di Londra, prese fuoco la Grenfell Tower, un grattacielo di 24 piani.

Al 23° piano dell’immobile vivevano due fidanzati veneti, giovani architetti, arrivati nella capitale inglese soltanto pochi mesi prima, in cerca di lavoro e di realizzazione personale. Marco Gottardi e Gloria Trevisan avevano 27 anni e, insieme ad altre 87 inquilini dell’edificio, persero la vita durante quel terribile incendio.

Per sopravvivere al dolore e tenere vivo il ricordo dei due ragazzi, Daniela, mamma di Marco, ha deciso di scrivere una fiaba e ne è venuto fuori un racconto dal titolo “Il cavaliere e la principessa”. In questa storia, ispirata alla vita di Marco e Gloria, quello che cambia è il finale, in cui il cavaliere Marco salva la Principessa Gloria dalle fiamme, e i due ragazzi si ritrovano a vivere in un mondo pieno di luce e amore.

I genitori di Marco sono volati a Londra per raccontare questa storia ad alcuni bambini e genitori accorsi per ascoltarla presso l’Istituto Italiano di Cultura, e anche per presentare il loro nuovo progetto, la fondazione Grenfellove

La FONDAZIONE opererà all’interno della Regione Veneto, avrà lo scopo di incentivare e promuovere l’istruzione dei giovani, traendo ispirazione dalla storia di Marco e Gloria. Così, esemplificativamente, la FONDAZIONE avrà lo scopo di erogare borse di studio nelle scuole e Istituti superiori frequentati da Marco e Gloria, con valutazione prevalentemente meritocratica; erogare borse di studio a studenti IUAV (Istituto Universitario di Architettura di Venezia), su corsi di laurea o dottorati di ricerca o master, privilegiando tesi nel campo della Tutela del Territorio, dell’Ambiente e della Sicurezza degli edifici; fornire materiale didattico o strumenti a scuole di ogni ordine e grado.

Se ti è piaciuto/interessato questo contenuto seguici con il tuo like sulla nostra pagina Facebook!

Iscriviti qui alla nostra newsletter 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *