Le Poesie del Papà: Piccoletta, cresci

Le Poesie del Papà: Piccoletta, cresci

Le Poesie del Papà: Piccoletta, cresci

Piccoletta, bambina mia,

scrivo parole che non leggerai

perché tu già corri via, te ne vai

animata da una strana allegria,

 

ti giri e mi dici “papà, dai, vieni

con me” vuoi che lasci tutto e ti segua

senza freni. Tu sei la mia tregua

dagli affanni, la cura dai veleni.

 

Ti guarderai indietro, ma ora cresci,

perché tu sei la prova che l’amore

può rendere una persona migliore.

Vengo con te, apri la porta ed esci

 

incontro al mondo che t’è stato dato.

La tua innocenza, la posso sentire:

“fintanto che avrai paura di uscire

ci sarà sempre qualcuno in agguato.”

 

Avevo paura, tra i mille impegni,

di non riuscire a insegnarti la vita

perché in fondo io non l’ho mai capita.

Ora lo so, sei tu che me la insegni.

Il mio Blog

Se ti è piaciuto/interessato questo contenuto seguici con il tuo like sulla nostra pagina Facebook!

Iscriviti qui alla nostra newsletter 

Loris Fabrizi

Classe 1983, laureato in Storia Medievale, attualmente mi occupo di comunicazione e analisi dati, le mie passioni sono la narrativa, la poesia, il fumetto e il teatro, ma soprattutto... le femmine. Tre. Mia moglie e le mie due piccole principesse, e per loro scrivo, declamo, disegno, recito ecc ecc I miei lavori sono su https://sonoloris.com/

View my other posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *