IL SENSO DEI SENSI

IL SENSO DEI SENSI

IL SENSO DEI SENSI

 

La conoscenza del mondo, per un bambino, è plurisensoriale diceva Bruno Munari nei primi anni ‘80 introducendo i suoi Laboratori Tattili, precursori di tante attività educative legate alla sperimentazione dei materiali. pigne-articolo-percorsi-ricreattiviE proseguiva facendo notare come precocemente gli adulti tendano a dare poca importanza e, di conseguenza, ad evitare tale approccio di scoperta del mondo legato ai sensi che si perde nel giro di pochi anni, nel processo di astrazione dei saperi che la scolarizzazione porta avanti.

 

Ecco perché ancora oggi questa riflessione rimane valida più che mai (se pensiamo al dilagare della realtà virtuale, fruita già da piccolissimi) e necessita di essere colta per arrivare a proposte educative che facciano riappropriare della propria sfera sensoriale, grande fonte di conoscenza dirette del mondo che ci circonda, degli altri e di noi stessi.

Il percorso sensoriale “IL SENSO DEI SENSI” nasce con questa consapevolezza. Si tratta di un percorso ad occhi bendati, assolutamente sicuro, a cui può partecipare chiunque: famiglie, bambini…perfino adulti non accompagnati! È un modo per capire che c’è altro al di là degli occhi, per vedere con la pelle, per ascoltare con il naso, per sentire con la lingua. Per dare un senso ai sensi appunto. Senza occhi si ha una percezione del tutto diversa del mondo e di quello che c’è intorno, si fa esperienza diretta delle possibilità del proprio corpo, della sensazione che questo ha nel sentire, toccare, annusare, assaggiare ed ascoltare determinati elementi. spago-articolo-percorsi-ricreattiviDuro, morbido, rugoso, pungente, aspro, dolce, … tante sensazioni che vanno al di là del cosa si tocca o ascolta, assaggia o annusa, al di là dei tanti processi mentali a cui siamo costantemente abituati e permette di entrare in una sfera troppo spesso non conosciuta o sperimentata nel quotidiano; sfera che emoziona, apre al nuovo, sorprende, fa viaggiare nel mondo dei ricordi o sulle ali della fantasia.

sassi-articolo-percorsi-ricreattivi

 

 

Nel percorso si entra uno alla volta. Corde e strutture guidano i partecipanti, ma ci sarà anche qualcuno vicino che suggerisce e supervisiona il passaggio. L’ingresso uno alla volta, anche se ha dei tempi più lunghi, permette di entrare pienamente nella percezione sensoriale e fare un’esperienza più profonda e significativa. Si entra letteralmente in ogni senso, separandolo, per quanto possibile, dagli altri, per dare l’occasione di sperimentarlo completamente. Ecco il perché della scelta di bendare le persone, se lo accettano: per mettere da parte per un po’ la vista, che è il canale sensoriale privilegiato, talvolta abusato, nel quotidiano.

Giuliana ha iniziato a fare questo percorso per gioco a casa con amici, poi ai giardini del Guasto e in altre situazioni tra cui il teatro e il centro storico di Toffia, un paesino medievale in provincia di Rieti. Ogni volta ha visto la risposta incredibile di chi lo sperimentava: sorpresa, meraviglia, stupore, divertimento. “Tutti uscivano dal percorso diversi da come erano entrati. Bambini eccitati che volevano rifarlo più e più volte, adulti che sorpresi ritornavano bambini senza fatica”. Non è mai troppo tardi per riprendere il contatto con i propri sensi!

Se siete curiosi di provare vi aspettiamo al percorso sensoriale “CHE SENSO HA LA NATURA?”, creato in occasione della Festa degli Alberi 2016.

sabato 26 novembre presso la “Gabbia del leone” alle Serre dei Giardini Margherita  dalle 10 al tramonto. Versione “Quercia”, più ampia e articolata e ad offerta minima di 3€.

sabato 3 dicembre all’erbario della Coop in P.zza dei Martiri (BOLOGNA), dalle 15,30 alle 19,30. Versione “Bonsai”, adattata rispetto allo spazio disponibile ma comunque molto interessante!

Per info:

www.percorsiricreattivi.com

percorsiricreattivi@gmail.com

giuliana-percorsi-ricreattivi

Giuliana  3490739559

costanza-percorsi-ricreattivi

Costanza  3488837206

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

Percorsi RiCREAttivi

Giuliana e Costanza sono le menti, i cuori e le mani di Percorsi RiCREAttivi , progetto nato dalla loro esperienza in campo educativo e dalle loro tante passioni. Progettano e realizzano laboratori per bambini da 0 a 99 anni, nella convinzione che niente possa aiutare la persona a crescere ed esprimersi come il fare esperienza diretta, scoprire, sperimentare e creare (come recita il loro motto!). Durante la loro attività utilizzano, preferibilmente, materiale di recupero che, oltre ad avere valore etico ed ecologico, aiuta a modificare la percezione sia di ciò che ci sta intorno, stimolando il pensiero creativo, che di se stessi, in quanto, metaforicamente, si è sempre “recuperabili”. Per info: percorsiricreattivi@gmail.com.

View my other posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *