Il Fertlity Day e le frontiere dell’e-commerce di spermatozoi

Il Fertlity Day e le frontiere dell’e-commerce di spermatozoi

Il Fertlity Day e le frontiere dell’e-commerce di spermatozoi

Si può scegliere tutto, il colore degli occhi, il timbro della voce (su file mp3), il grado di istruzione, solo per fare alcuni esempi.

Basta pagare e ti arriva la fialetta a casa. Lo possono usare anche le donne single o lesbiche

In un Paese come l’Italia in cui abbiamo welfare insufficiente, difficoltà di conciliazione casa lavoro ed età avanzata delle madri questa idea sembra che stia prendendo piede sempre più…..e se il Italia la risposta del Governo è il fertilityday2016.it , organizzato dal Ministero della Salute la frontiera della procreazione corre invece sul web.

Ma chi vende spermatozoi?

Il cinese Alibaba (colosso dell’e-commerce) lo ha fatto con il sito juhuasuan.com il cui banner pubblicitario ha riscosso così tanto successo da arrivare a reclutare 22.000 uomini in meno di una settimana.

La più grande banca del seme però è Cryos International originaria della Danimarca. Un numero? Nel 2013 ha contribuito a 35.000 gravidanze in tutta Europa!

In questo caso i donatori sarebbero circa 400, tutti scandinavi, e sarebbero retribuiti circa 40 euro a donazione

Il cliente tipo? Per il 50% madri single, istruite.

Come funziona? In base alle variabili scelte dalla donna il costo può cambiare notevolmente. Per fare un esempio, se una donna vuole l’esclusiva (ovvero acquistare tutte le fialette di un singolo donatore) ovvero se desideri “vedere” come verrebbero i tuoi figli usando seme di donatori diversi (!) il prezzo base di circa 1000 euro potrebbe lievitare molto.

Ma rimanere incinta non è poi così facile e quindi dalle esperienze di altre donne si deduce che siano necessarie anche diverse fialette (quindi diversi tentativi e quindi tanti soldi). Le istruzioni in Italiano e la fialetta arriva a casa in ghiaccio secco o via azoto liquido, ed anche questo incide sul costo che i aggira sui 300€

In Italia questa modalità sembra tollerata per il rispetto delle normative sulla libera circolazione delle merci in Europa e questo da accesso ad una possibilità per coppie lesbiche e single per le quali la fecondazione eterologa è vietata in Italia.

Ma all’estero c’è chi è stato decisamente più convincente dei nostri politici nell’invitare i cittadini a dare più bambini alla propria nazione…”Fatevi avanti, eroi!” è il messaggio pubblicitario ideato dalla Fertility Associates, una fondazione che in Nuova Zelanda produce e monitora la fertilità della popolazione e promuove le soluzioni contro l’infertilità. Nel manifesto appare la sagoma di Superman (ma con la famosa “S” del costume che diventa uno sperma), che si rivolge direttamente ai compatrioti di sesso maschile per convincerli ad andare a donare il loro seme.

o-seme-570

 

La campagna si è resa necessaria perché negli ultimi anni in Nuova Zelanda si sta verificando una forte carenza di donazioni di sperma e un numero crescente di donne che vorrebbero praticare l’inseminazione ma che non riescono ad essere soddisfatte. Una simile campagna si è resa necessaria perché negli ultimi anni in Nuova Zelanda si sta verificando una forte carenza di donazioni di sperma e un numero crescente di donne che vorrebbero praticare l’inseminazione ma che non riescono ad essere soddisfatte.

Chissà cosa ne pensa il Ministero della Salute che ha tanto investito sul primo Fertility  Day….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *