I vaccini sono sicuri. Basta disinformazione

I vaccini sono sicuri. Basta disinformazione

I vaccini sono sicuri. Basta disinformazione

Queste sono le parole del Ministro Lorenzin che lancia un appello a tutti noi genitori.

Vi riportiamo due passaggi fondamentali su cui siamo chiamati a riflettere.

I genitori che non vaccinano i loro figli per ragioni ideologiche o per paura di esporli a potenziali rischi o, cosa ancor più grave, perché mal consigliati anche da operatori sanitari, dovrebbero comprendere che in questo modo, invece, li espongono ad un rischio ben maggiore, con una diluizione progressiva dell’immunità di gruppo, che, infatti, sposta il rischio di ammalarsi verso l’adolescenza e la giovinezza, con le gravi e (e talora letali) conseguenze che tutti conosciamo. Tutti dovremmo ricordare che l’investimento in prevenzione in generale, e nelle vaccinazioni in particolare, è il modo più sicuro ed economico per rispondere al dovere di garanzia e protezione della salute delle nostre popolazioni, diminuendo anche la pressione economica determinata dal prevalere di condizioni cliniche che necessitano di tecnologie diagnostiche, curative e riabilitative costose e, spesso, palliative.

 

Con questo spirito, in Italia le vaccinazioni vengono inserite nel Calendario Nazionale dopo un’ampia consultazione che coinvolge tutte le Istituzioni, le principali Società scientifiche, il mondo industriale, gli Enti regolatori e la società civile, includendo valutazioni di efficacia, di sicurezza e di natura socio-economica, applicando quindi i canoni dell’HealthTechnology Assessment.
Per guidare questa concertazione, abbiamo istituito un Comitato Permanente sulle Strategie Vaccinali, che sta predisponendo l’aggiornamento del Piano Nazionale della Prevenzione Vaccinale e del Calendario, secondo i criteri che ho delineato.

 

Qui, sul sito del Ministero della Salute, potete leggere l’intero testo.

Noi di DireFareAggregare abbiamo già affrontato questo argomento qui, qui e qui sul nostro sito e sui diversi canali di comunicazione che abbiamo a disposizione, sempre nell’ottica della divulgazione scientifica ed efficace di contenuti importanti per i nostri figli e per la collettività.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *