Donne e nutrizione: il target più importante sono loro

Donne e nutrizione: il target più importante sono loro

Donne e nutrizione: il target più importante sono loro

Le donne sono il più importante target dal punto di vista della nutrizione.

Migliorare lo status nutrizionale delle donne è importante non solo per la salute, ma anche perché potrebbe favorire una migliore educazione e il raggiungimento di redditi più alti,  innalzando cosi lo status sociale delle donne nelle proprie comunità. Ciononostante, le barriere che impediscono alle donne l’accesso a diete nutrizionali adeguate sono numerose e di varia natura: il costo e la disponibilità di cibi sani; conoscenza di corretta nutrizione; dinamiche sociali, culturali e legislative che modellano comportamenti e mercati.

Su quali fronti sono stati effettuati degli sforzi?

Tra le risposte: la protezione e la promozione dell’allattamento al seno e una rinnovata attenzione verso il possibile ruolo che il settore privato può ricoprire al fine di migliorare l’accesso a cibi arricchiti (con nutrienti aggiunti) o micronutrienti in polvere.

Ad esempio: per avere successo è necessario coinvolgere l’intera comunità – famiglia, amici e vicini – tutti hanno un ruolo chiave nel determinare le scelte delle madri riguardanti la loro alimentazione e quella dei loro bambini. Le donne devono sentirsi emancipate per prendere le migliori decisioni per sé e per le loro famiglie.

Un altro esempio di azione combinata riguarda il sostegno da dare a donne imprenditrici per aiutarle a produrre cibi nutrienti di alta qualità e costruire delle marche di fiducia che attirino altre donne del luogo.

Le convinzioni profondamente radicate sui neonati e la loro alimentazione non sono facili da cambiare. Tuttavia, si è investito poco in strategie nutrizionali volte al cambiamento dei comportamenti, essendo di fatto esse ancora poco conosciute.

“Per cambiare l’ambiente alimentare dobbiamo continuare a creare e lavorare all’interno di alleanze per costruire un contesto normativo che pone le basi per un ambiente che promuove un’alimentazione sana. Mentre sperimentazione e progetti pilota promettenti stanno emergendo, non esiste una soluzione unica in grado di fornire un modello da seguire per il settore della nutrizione. Ma vista la necessità di potenziare gli interventi nutrizionali, questa complessità non deve giustificare l’inazione.” Diventa fan Executive Director, Global Alliance for Improved Nutrition.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *