Ciao Mamma, Ciao Papà

Ciao Mamma, Ciao Papà

Ciao Mamma, Ciao Papà

L’articolo “Noi andiamo all’asilo nido” ha dato vita alla creazione di una piccola rubrica, “Vita da asilo nido”, composta da articoli che accompagneranno, nelle prime settimane, bimbi e genitori alla scoperta di questa nuova realtà.

Per un genitore che accompagna il proprio figlio nel processo di inserimento al nido è entusiasmante poter conoscere quello che accade in quel nuovo ambiente: ci sono i bimbi che giocano e il tempo è scandito da attività e routine tipiche proprio della vita al nido.

Poi arriva il primo vero distacco: la mamma o il papà accompagnano il piccolo e lasciano l’asilo. Che fatica!

Un flusso di pensieri ed emozioni contrastanti travolgono il genitore: dentro di sé sa che dovrà salutare suo figlio e andare via, ma il timore che soffra per il distacco, che possa provare la paura dell’abbandono, che “abbia bisogno di me” sono persistenti.

I bambini hanno la capacità di leggere le espressioni delle emozioni, quindi è fondamentale che le parole di rassicurazione rivolte al figlio siano in sintonia con quello che il piccolo legge sul volto del genitore. Mamma o papà dovete essere i primi a convincervi che vostro figlio starà bene!

Salutatelo quando vi sentite pronti a farlo, ma fatelo con dolcezza, mostrando un sorriso mentre anticipate cosa di lì a poco accadrà: il bimbo giocherà insieme ad altri piccoli e agli educatori e la mamma tornerà da lui dopo il pranzo, ad esempio. I bambini a quell’età non concepiscono il concetto astratto del tempo, per cui è sempre bene riferirsi a delle attività.

Se il piccolo piange è bene rassicurarlo incoraggiandolo che ce la può fare, che si divertirà. L’atteggiamento e il comportamento del genitore sono fondamentali al fine di integrare bene il cambiamento e far in modo che il piccolo si adatti alla situazione nuova.

Ma il compito del genitore non finisce qui. La relazione famiglia-educatori si costruisce con il tempo. Quindi le prime settimane richiedono un atto di fiducia nei confronti del gruppo di educatori con i quali ancora non si è in confidenza. Avete scelto di “affidare” loro vostro figlio, affidatevici anche voi.

Gli educatori non sono lì per giudicare come avviene il distacco madre-bambino, ma a facilitare questo momento proprio per il bene del piccolo.

Mamma o papà salutate vostro figlio con un bacio, un abbraccio e un caloroso sorriso, così che possa tenerli con sé mentre esplora il mondo asilo, interagisce con i coetanei in attesa di un altro affettuoso abbraccio al vostro ritorno.

 

 

Dott.ssa Cinzia Di Cosmo

Sono Psicologa e Psicoterapeuta ed esercito la libera professione a Bologna. Mi occupo di problematiche che riguardano sia i giovani che gli adulti. Offro sostegno alla genitorialità e a coppie che si sottopongono a tecniche di fecondazione assistita. Sono autrice di articoli scientifici nazionali e internazionali.
Contatti: cinzia.dicosmo@gmail.com
Sito Web: www.drcinziadicosmo.it Facebook: Cinzia Di Cosmo Psicologa Psicoterapeuta

View my other posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *