Annegamenti infantili: genitori distratti dagli smartphone

Annegamenti infantili: genitori distratti dagli smartphone

Annegamenti infantili: genitori distratti dagli smartphone

L’allarme è stato lanciato dalla German Lifeguard Association (DLRG), un’importante organizzazione di bagnini tedesca: pare che quest’anno in Germania il numero degli annegamenti infantili sia aumentato, in particolare a causa della distrazione dei genitori determinata dalla continua visualizzazione dello smartphone.

Afferma Peter Harzheim, della federazione tedesca dei supervisori di piscine:

«Stiamo assistendo quotidianamente al fatto che la gente tratta le piscine come un asilo, semplicemente non presta attenzione. I genitori e nonni in passato trascorrevano in piscina più tempo con i loro bambini. Ora un numero crescente di genitori è concentrato sul proprio cellulare, non guarda a destra o a sinistra, figuriamoci a prestare attenzione ai propri figli. E’ triste che oggi i genitori si comportino in modo così irresponsabile».

Quest’anno anche nel nostro Paese è partita un’intensa campagna mediatica nazionale di sensibilizzazione e prevenzione di incidenti e annegamenti in età pediatrica: è stato diffuso infatti uno spot ideato dal recordman di apnea aostano Nicola Brischigiaro, con la collaborazione di Gianluca Zambrotta come testimonial, dal titolo “Con mio figlio in acqua non rischio”.

Sul sito Educazione Acquatica è possibile scaricare il decalogo acquatico del buon genitore: qui alcuni dei consigli offerti

  • Educa i tuoi i figli ad una buona acquaticità…
  • Ricorda che ogni bambino ha i suoi tempi…
  • Tieni sempre a vista i bambini nelle piscine, nei parchi acquatici e nei tratti di mare…
  • Non togliere i braccioli o un bracciolo per vedere se stanno a galla, sgonfiali gradualmente…
  • La maggior parte di laghi e dei fiumi non è balneabile…
  • Attenti a dove vi tuffate…

Se ti è piaciuto/interessato questo contenuto seguici con il tuo like sulla nostra pagina Facebook!

Iscriviti qui alla nostra newsletter 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *