AGEOP e Policlinico Sant’Orsola: insieme per migliorare la qualità della vita dei piccoli pazienti

AGEOP e Policlinico Sant’Orsola: insieme per migliorare la qualità della vita dei piccoli pazienti

AGEOP e Policlinico Sant’Orsola: insieme per migliorare la qualità della vita dei piccoli pazienti

L’AGEOP (Associazione Genitori Oncoematologia Pediatrica) ha siglato un accordo quinquennale con il Policlinico Sant’Orsola che prevede l’investimento di 1.850.000 per garantire ai piccoli pazienti del reparto di Oncoematologia Pediatrica del Policlinico e alle loro famiglie una serie di servizi, con la finalità della presa in carico di tutti gli aspetti legati alla gestione della malattia e, nei casi più dolorosi, anche all’elaborazione del lutto.
Si finanzieranno pertanto progetti di arteterapia, assistenza psicologica per i bambini e i genitori, con gruppi di auto-mutuo aiuto, mediazione linguistica per le famiglie straniere che vengono prese in carico a Bologna.
Saranno inoltre finanziati progetti di ricerca di varia natura in ambito oncoematologico, con la finalità di garantire una continuità lavorativa ai ricercatori coinvolti, di solito assunti con contratti sempre troppo brevi.

Francesca Testoni di AGEOP spiega che questo cospicuo apporto economico, derivante dalle donazioni dei privati cittadini, non si sostituirà al monitoraggio delle risorse pubbliche, il cui utilizzo può essere sempre migliorato.
L’idea è garantire alle famiglie che vivono il dramma della malattia oncoematologica un supporto complesso, che non si occupi solo della malattia, ma dell’intera persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *