60 milioni di bambini non registrati: perchè?

60 milioni di bambini non registrati: perchè?

60 milioni di bambini non registrati: perchè?

Circa un miliardo di ‘persone invisibili’, un terzo sono bambini: non sono registrati, non hanno identità. Il dato si apprende da AsiaNews

Tale fenomeno esclude questi bambini da servizi essenziali quali la sanità e l’istruzione. Tra queste “persone invisibili” – molte vivono principalmente in Africa e Asia, più di un terzo sono bambini nati da violenza le cui nascite non sono state registrate. E’ quanto emerge dal programma “Identificazione per lo sviluppo” della Banca Mondiale(ID4D).

I genitori temono che registrando i propri figli possano essere identificati in un gruppo etnico o in una nazionalità.  Inoltre la non registrazione delle nascite – secondo il rapporto Unicef del 2013 – determina una serie di diritti negati, primo fra tutti la non frequenza scolastica, oltre all’elevato rischio che questi bambini possano entrare in una spirale di violenza che va dal lavoro forzato per i ragazzi, fino al matrimonio precoce per le ragazze rendendoli probabili vittime di traffico di esseri umani o di mafie. 

 

Fonte: Repubblica.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *